Chi seguire su Instagram? Vadevecum per piccoli imprenditori

0
840

Non importa se siete una piccola azienda o un grande brand. Seguire i propri competitors diventa fondamentale per tenersi aggiornati su trend, iniziative e strategie di mercato. Nello specifico diventano utili azioni come: prendere nota dei contenuti, fare degli screenshot e vedere gli hashtag utilizzati nei post. Capire, successivamente, come creare una propria strategia da applicare ad una campagna instagram ads. Chi seguire su instagram? Quali sono i motivi per cui bisogna farlo? Ecco illustrato un vadevecum per piccoli imprenditori.

Prima di cominciare lascia che ti spieghi chi sono, dammi solo 4 secondi.Mi chiamo Anthony Bella e mi occupo di food marketing dal 2016, aiuto le pizzerie a promuoversi, aumentare clienti e fatturato. Dopo il mio Master in comunicazione e marketing, ottenuto a Padova, mi sono specializzato nella mia grande passione: la pizza!

Anche io ho avuto in passato un mio ristorante - pizzeria, mi ha insegnato molto su come funzionano le cose in questo ambito ma sopratutto ho acquisito le tecniche e le competenze per far fare il pienone ai miei clienti proprietari di pizzerie.

Ma passiamo avanti, questo potrebbe interessarti:

Ho creato un gruppo Facebook per imparare a promuovere la tua pizzeria!

Cosa bisogna fare per iscriversi?

È tutto molto semplice. Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

All'interno del nostro gruppo chiamato Marketing per pizzerie scoprirai contenuti per promuovere la tua pizzeria, guide, strategie e consigli di marketing. Inoltre avrai accesso ai migliori articoli da dove imparare tutte le tecniche segrete di promozione e la possibilità di interagire con la community per scambiare idee ed opinioni. 

Cosa aspetti? Iscriviti subito! Clicca qui per richiedere l'iscrizione immediata.

Ok ora possiamo partire con l'articolo 😉

Seguire grandi brand

Se sei un piccolo imprenditore, qualsiasi sia il tuo campo, avrai sempre un competitor noto e famoso, di certo non puoi pensare di metterti in competizione con lui, tuttavia, puoi prendere spunto da un contenuto e darne una tua personale rielaborazione. Ecco alcune dritte da seguire:

  • Cerchi competitor più grandi di te per notorietà del brand e clienti su instagram? Comincia dalla ricerca degli hashtag, se ad esempio cerchi i migliori brand del settore food non puoi non dare un’occhiata ad hashtag tipo #food o #foodporn. Questi hashtag sono molto generalisti e si prestano facili alla dominazione di grossi brand sopratutto nel tab “popolari” che compare dopo che hai effettuato la ricerca dell’hashtag.

  • Cerca su Google, prova ad esempio con:”le migliori palestre italiane” e scova i profili instagram.

  • Una volta trovato un tuo competitor analizzane tutto: la bio, gli hashtag che usa, il taglio e colori delle foto, i contenuti, gli argomenti e le stories. Di certo non puoi competere con lui ma puoi trarre spunti e idee per i tuoi contenuti (attenzione non vuol dire copiare spudoratamente!).

  • Cerca di capire se alcuni contenuti che posta il tuo competitor possono essere rielaborati e portati sul tuo profilo con un tuo tocco personale di originalità. I grandi brand, spesso per collaborazioni o esigenze del mercato, potrebbero spostarsi a livello di target e contenuti dalla loro clientela principale, valuta quindi di volta in volta cosa è meglio annotare e cosa no.

  • Un contenuto ti piace? Fai dei test a creare delle stories (si autodistruggono dopo 24 ore), inserisci hashtag e call to action tramite gli sticker e prova a generare dei direct message verso il tuo brand. Provare non costa nulla ed il contenuto se non è in linea con la tua linea editoriale sai che scomparirà il giorno dopo.

Ti potrebbe interessare: inaugurazione ristorante

Seguire i piccoli brand

Ovviamente non puoi non seguire anche competitor che sono sulla tua stessa lunghezza d’onda, parliamo sia a livello locale come attività vicine fisicamente alla tua ma anche a livello nazionale come attività simili alla tua ma in altri paesi. Diventa ancora più importante capire i contenuti che pubblicano, chi sono i followers, gli hashtag utilizzati e le strategie applicate.

Nulla ti vieta di seguire i followers di un tuo competitor e tentare di stabilire tramite like o commenti un primo contatto con un potenziale cliente, sia chiaro cerca di compiere una scelta selettiva e non seguire tutti i contatti del tuo competitor. Vedi gli utenti è più attivi e comincia con dei piccoli test.

Siti utili

Come ogni attività avere dei software o servizi in grado di aiutarti può fare la differenza. In questo caso ti consigliamo questi siti:

  • Displaypurpose, un ottimo sito per cercare hashtag che poi andrai a segmentare tramite il motore di ricerca stesso di instagram.
  • Influencerfee, eccellente sito che mostra dati e metriche utili per eseguire un’analisi sul profilo instagram ricercato ma sopratutto perfetto per misurare la percentuale di engagement.

Ti potrebbe interessare: idee per attirare clienti in un ristorante.

Percentuale di engagement

L’engagement è un elemento fondamentale da misurare su instagram, questa parola, tradotta dall’inglese, significa letteralmente “fidanzamento” ossia la relazione che c’è tra i followers e un profilo instagram. Questa relazione è data da una media tra like, commenti e interazione che gli utenti compiono su un determinato profilo instagram.

Potrebbe esserti utile questa tabella comparativa per considerare buono il dato di engagement:

  • < 1.000 follower 8%
  • < 5.000 follower 5.7%
  • < 10.000 follower 4%
  • < 100.000 follower 2.4%
  • < + 100.000 follower 1.7%

Chi seguire su instagram, esempi

Piccola premessa: purtroppo in alcuni casi i piccoli brand, anche se noti a livello locale/regionale utilizzano talvolta degli approcci fotografici incoerenti, cioè i contenuti nel loro profilo non hanno esattamente lo stesso taglio o linea cromatica. Potrebbe capitare, quindi, di notare una sostanziale differenza qualitativa tra un grande brand e uno piccolo.

Questo accade, tra gli altri motivi, per cui l’imprenditore medio vede instagram come una sorta di Facebook dove caricare foto generaliste e scollegate tra loro.

Instagram non è Facebook. Questo è uno dei motivi per cui alcuni brand riescono ad avere la meglio su altri in termini di engagement e qualità dei contenuti. Attenzione quindi piccoli imprenditori! Gli utenti tengono d’occhio la qualità e la coerenza delle foto che pubblicate, cercate di seguire inquadrature, colori e soggetti in linea con i valori del vostro brand e del vostro profilo instagram. Per tutto il resto c’è Facebook o a limite eseguite dei test con le instagram stories.

Grandi brand settore fitness

Piccoli brand settore fitness

Grandi brand settore viaggi

Piccoli brand settore viaggi

Ti potrebbe interessare: idee innovative per pizzeria.

Conclusioni

Essere presenti su instagram per una piccola/medio impresa non significa solo seguire un proprio piano editoriale, creare advertising a pagamento o ricercare nuovi influencer. Bisogna considerare l’idea di seguire e tracciare i propri competitor e tenere d’occhio i grandi brand di categoria.


Ti piacerebbe aumentare gli incassi della tua pizzeria? Grazie alla mia gestione social dirai addio a giorni vuoti senza clienti in pizzeria!

Posso subito aiutarti con una consulenza gratuita!

Cosa aspetti? Entra in contatto con me:

Contattami subito: clicca qui

Puoi anche scrivermi su Whatsapp: clicca qui dal tuo smartphone

In alternativa scrivi a:

info@mrktgram.it

Condividi sui social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here